/Marketing Strategico

Le tre regole del Marketing per lo Studio Dentistico

Sono nato immerso nel mondo odontoiatrico, in quanto mio padre gestisce dal 1992 un suo Studio
Dentistico a Sassari. Fin da piccolo, passavo dei pomeriggi a studiare in qualche stanza usata come
magazzino, e pian piano ho interiorizzato le sue dinamiche.
Non ho voluto seguire la strada da dentista all’università – ho studiato Giurisprudenza – ma alla fine
sono ritornato al punto di partenza quando ho iniziato a lavorare nel mondo dell’impresa, e nello
specifico nel campo Marketing.


Dopo un’esperienza di lavoro in una grande società di consulenza aziendale di Bologna sono
diventato responsabile prima del Marketing e della Comunicazione dello Studio Dentistico Massaiu,
a cui ho aggiunto in seguito anche la Gestione delle Risorse Umane.
In tal modo ho potuto conoscere molto bene il mondo odontoiatrico con tutte le sue peculiarità. Dal
2016 ho anche iniziato a fare formazione a diversi studi dentistici, e di altri ho seguito direttamente
lo sviluppo del marketing.

Healthy white teeth and implants are smiling on blue background and dentist tools mirror, hook. Copy space for text

Da questa esperienza, che è continuata fino ad oggi, ho avuto il privilegio di poter osservare il
settore da un punto di vista privilegiato, pur non essendo dentista.
In questo primo articolo (a cui ne seguiranno altri) voglio condividere con te tre semplici regole che
fanno la differenza tra gli studi dentistici che utilizzano al meglio gli strumenti di marketing
e chi
invece continua a non avere risultati.

  1. Nel marketing odontoiatrico non si parla ai colleghi, ma ai pazienti!
    Primo, gravissimo errore in cui incappano fin troppi dentisti. Troppe volte, quando vado in
    consulenza e presento un piano editoriale social, o la bozza degli script di un sito, il titolare dello
    studio dentistico prova a correggere il tutto sovraccaricando le frasi di termini e spiegazioni
    scientifiche molto dettagliate.
    Nove volte su dieci, ogni volta che indago, sbuca fuori che il problema è il giudizio e la critica che
    si teme dai propri colleghi. Il fatto è che il target di ogni comunicazione online e offline dello studio
    dentistico riguarda persone che al 90% non hanno competenze mediche (o che al massimo si sono
    documentati su internet).
    Se si vuole raggiungerli e farsi comprendere da loro, è bene usare frasi ed esempi semplici (pur
    rimanendo professionali). Le persone vanno da chi gli semplifica i problemi, ricordalo sempre!
  2. Nel Marketing il dentista deve metterci la faccia.
    È una questione annosa, che può toccare diversi nervi scoperti. Da il sempreverde “Non voglio
    mettere mie foto sui social” al più semplice “Mi vergogno/non mi piace apparire”.
    Riflettici però un attimo: nel campo della salute è essenziale creare un rapporto di fiducia. Nel
    mondo dentale, poi, con tanta gente odontofobica, questo principio è ancora più forte.
    Il fatto di mettere le foto del dentista e del suo team su Facebook, Instagram o nel sito, permette di
    creare un po’ di familiarità prima ancora che il potenziale paziente entri nello studio dentistico.
    In base non solo alla mia esperienza pratica, ma anche a statistiche che puoi trovare facilmente su
    numerosi siti e blog sul marketing, le immagini (e ancora di più i video) che rappresentano la
    quotidianità di un’attività economica convertono di più rispetto a qualsiasi altra cosa.
    Perciò, armati di coraggio e inizia a metterci la faccia.
  3. Ho già provato con i social ma non ho avuto risultati. Perché riprovarci?
    Anche questa è un’obiezione comune che mi capita di sentire. Le ragioni per un tale insuccesso
    possono essere tante. Alcune volte può essere stata solo improvvisazione quando si è voluto “fare
    da sé”, altre volte problemi con l’agenzia a cui si era affidato l’incarico.
    Il comune denominatore di tutto questo di solito si riduce a due cose:
    1) Mancanza di pianificazione strategica (ne abbiamo parlato in un nostro articolo: Che cosa significa fare marketing al giorno d’oggi?)
    2) Mancanza di competenza. Ad esempio, non si è mai utilizzato al meglio il Business Manager, di
    cui parleremo in futuro.

3) Mancanza di costanza.
Qui cadono i più. I social network non si possono improvvisare nella loro
gestione. Vanno organizzati in un calendario editoriale e mantenuti costanti nel tempo, senza
trasformare la propria pagina Facebook o profilo Instagram in un cimitero degli elefanti con un post
ogni due o tre mesi. Anche qui, ne abbiamo parlato in un nostro articolo (Ci sono segreti per avere successo automatico sui social media?)
La pianificazione, la competenza e la costanza sono elementi essenziali che, raccordati con tutti i
punti indicati in questo articolo, porteranno al successo il tuo Studio Dentistico attraverso gli
strumenti del Marketing.